Rifugio Chiavenna - Lago di Angeloga

RIFUGIO CHIAVENNA - LAGO DI ANGELOGA (Lago Nero - Passo di Angeloga)

ATTIVITA’ ESCURSIONISTICA RISERVATA AI SOLI SOCI CAI

Per ogni iscritto, la conferma della partecipazione alla gita sarà valida solo dopo aver ricevuto l'autorizzazione da parte dei coordinatori. Si ricorda inoltre che il giorno della gita va TASSATIVAMENTE consegnata l'autodichiarazione che trovate a questa pagina, con anche tutte le norme di partecipazione da rispettare.

Domenica 20 Settembre 2020 

 

 

Regione:

Lombardia

Punto di partenza:

Fraciscio, località Soste (m 1442)

Punto di arrivo:

Rifugio Chiavenna (m. 2044), presso le baite dell' alpe Angeloga

Dislivello:

600 m

Durata totale:

1h e 40min la salita, 1h e 30min per la discesa

Difficoltà:

E

 

ORARI:

  • ore 7:00  Partenza con mezzi propri da Arosio, dal parcheggio della "casetta dell'acqua" (di fronte al civico 106 di via Oberdan) 

  • ore 9:30 circa  Partenza dal parcheggio di Soste (m 1442)

  • ore 11:00/11:30 Arrivo al Rif. Chiavenna al Lago di Angeloga (m 2044). Possibili aggiunte: Lago Nero (m 2351 h 0.40) + Passo di Angeloga (m 2391 h 0.30) + (Rientro al Rif. Chiavenna: h 0.50)

  • ore 16:00 Partenza dal Rif. Chiavenna per tornare al parcheggio di Soste (h 1.30)

  • ore 18:00 Partenza per rientro ad Arosio

 

COORDINATORI:

  • Fino a 20 partecipanti: Adriano Longoni - Lorenzo Ballabio

  • Oltre i 20 partecipanti, anche: Emanuela Torricelli – Otello Fasolato

N.B.: I coordinatori hanno la facoltà di modificare il programma e gli orari previsti.

 

INFO E ISCRIZIONI

Per info e iscrizioni rivolgersi ai coordinatori della gita. (Rif. Lorenzo Ballabio cell. 340 0972986) oppure mandare una E-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nel caso di gite con il pullman, eventuali pre-iscrizioni telefoniche devono essere confermate al più presto con il versamento della quota-pullman.

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDI' ANTECEDENTE L’ESCURSIONE.

 

EQUIPAGGIAMENTO:

  • Da escursionismo (giacca a vento, pile e scarponi, utili i bastoncini telescopici).

  • EMERGENZA COVID 19 - Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) (Mascherina, liquido disinfettante, guanti).

 

ACCESSO

Con la statale 36 arriviamo fino a Campodolcino (m. 1071) dove al km. 130.2 prendiamo a destra per Fraciscio. Ad un bivio lasciamo a destra la strada per Gualdera, andiamo a sinistra e arriviamo a Fraciscio (m. 1341). La strada, prosegue fino in località Le Soste dove termina in uno slargo sterrato nel quale parcheggiamo la macchina (m. 1442).

 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

AL RIFUGIO CHIAVENNA: Dal parcheggio ci incamminiamo su una pista che lascia il posto ad un sentiero e ad un bivio andiamo a sinistra, risalendo verso nord-est il versante settentrionale della Val Rabbiosa. Dopo molti tornanti pieghiamo a destra (in direzione sud-est), per superare le ultime gole che ci separano dall’alpe. Oltrepassato un torrentello (attenzione ai massi bagnati), ci infiliamo nella gola dalla quale scende uno dei torrentelli che confluiscono nel torrente Rabbiosa. Nell’ultimo tratto passiamo proprio a lato del torrente, prima che questo precipiti in una cascata, e, dopo l’ultimo tratto, ci affacciamo ai pascoli dell’alpe Angeloga. Passando a sinistra del lago omonimo ci portiamo al Rifugio Chiavenna (m. 2044), presso le baite dell'alpe. (ore 1.40 circa).

DAL RIFUGIO CHIAVENNA AL PASSO DI ANGELOGA Dal rifugio Chiavenna, seguendo le indicazioni del sentiero C3, procediamo in direzione nord-est a ridosso delle formazioni rocciose terminali. Poco prima di raggiungerle il sentiero ci propone anche un passaggio un po’ esposto, che va affrontato con concentrazione. Poi, ecco il corridoio che si apre fra le rocce, e nel quale si infila un piccolo corso d’acqua: alcuni gradini ed alcune corde fisse ci permettono di superare quest’ultimo ostacolo, prima di uscire ad un nuovo ampio scenario, dominato dal lago Nero (m. 2352). Percorriamo il lato settentrionale (di sinistra, per noi) del lago, seguendo il sentiero per il passo di Angeloga. Procedendo verso est-sud-est passiamo accanto al laghetto delle Streghe e ci portiamo al corridoio del passo dell'Angeloga (m. 2391, piccola croce in legno).

 

 

 

Copyright © 2020 C.A.I. Arosio. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.