Corni di Canzo

CORNI DI CANZO (Alpe di Pianezzo - Rifugio S.E.V.)

ATTIVITA’ ESCURSIONISTICA RISERVATA AI SOLI SOCI CAI

  • Il numero massimo di iscritti sarà di 20 persone per il gruppo che parte da Valbrona e di 20 persone per il gruppo che parte da Gajum
  • La S.Messa quest'anno non è prevista
  • Il trasporto in Jeep da Valbrona non è previsto
  • La ferrata per via del regolamento CAI anticovid, non è realizzabile.

Per ogni iscritto, la conferma della partecipazione alla gita sarà valida solo dopo aver ricevuto l'autorizzazione da parte dei coordinatori. Si ricorda inoltre che il giorno della gita va TASSATIVAMENTE consegnata l'autodichiarazione che trovate a questa pagina, con anche tutte le norme di partecipazione da rispettare.

Domenica 18 Ottobre 2020 

 

 

Regione:

Lombardia

Punto di partenza (Gruppi: A/B):

Gruppo A: Fonti di Gajum (485 m), sopra il comune di Canzo

Gruppo B: Alpe Oneda (700 m), frazione sopra il comune di Valbrona

Punto di arrivo:

Pianezzo - Rifugio S.E.V. (1.225 m)

Dislivello:

Gruppo A: 740 m - Gruppo B: 506 m

Durata totale:

Gruppo A: 3.00 h - Gruppo B: 1.40 h

Difficoltà:

E

 

ORARI:

  • ore 8:00/9:00  Partenza con mezzi propri da Arosio, dal parcheggio della "casetta dell'acqua" (di fronte al civico 106 di via Oberdan) – (Gruppo A: ore 08.00 -  Gruppo B: ore 09.00)

  • ore 9:00 circa  Partenza Gruppo A dal parcheggio di Gajum

  • ore 10:00 circa  Partenza Gruppo B dall’Alpe Oneda

  • ore 12:00 Per tutti: ritrovo a Pianezzo di fronte alla cappellina - Rifugio S.E.V. (1.225 m)

  • ore 15:00 circa Rientro per i rispettivi punti di partenza

  • ore 16:00/17:00 Partenza dai rispettivi punti, per il rientro ad Arosio

 

COORDINATORI:

  • Accompagnatori Gruppo A, da Canzo (fino a 20 partecipanti): Adriano Longoni – Norberto Nobile

  • Accompagnatori Gruppo B, da Valbrona (fino a 20 partecipanti): Lorenzo Ballabio – Otello Fasolato

N.B.: I coordinatori hanno la facoltà di modificare il programma e gli orari previsti.

 

INFO E ISCRIZIONI

Per info e iscrizioni rivolgersi ai coordinatori della gita. (Rif. Lorenzo Ballabio  - WhatsApp cell. 340 0972986) oppure mandare una E-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL VENERDI' ANTECEDENTE L’ESCURSIONE.

 

EQUIPAGGIAMENTO:

  • Da escursionismo (giacca a vento, pile e scarponi, utili i bastoncini telescopici).

  • EMERGENZA COVID 19 - Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) (Mascherina, liquido disinfettante, guanti).

 

ACCESSO

Gruppo A: Con la statale 41 arriviamo fino a Canzo, giriamo a destra in Via Risorgimento e raggiungiamo i parcheggi a GAJUM (m. 485).

Gruppo B: Con la statale 41 proseguiamo fino ad Asso, si gira a destra su Strada Provinciale 46 fino a Valbrona, quindi ancora a destra in Via per Oneda, fino al parcheggio (700m).

 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

GRUPPO “A” - FONTI DI GAJUM - RIFUGIO DI PIANEZZO (PER LA COLLETTA DEI CORNI)

SENTIERO 5: Fonti di Gajum – 1° Alpe – Rif. di Pianezzo (per la colletta dei Corni)

Caratteristiche: carrareccia e sentiero nel bosco

Difficoltà: normale, tipo E

Tempo totale: 3 h

Dislivello: 740 m

Segnaletica: segnavia a bandiera, in vernice, colore rosso e bianco, n. 1 e n. 5

Interesse: è l’itinerario più diretto da Canzo per raggiungere i Corni Dalle Fonti di Gajum (485 m)

Descrizione: tralasciata la strada per l’Eremo di San Miro, si risale la carrareccia di sinistra fino alla 1° Alpe (725 m; 0.30 ore; fontana). Si continua su strada che procede in direzione della 3° Alpe ma, subito dopo l’attraversamento di un piccolo ruscello, la si abbandona per prendere a sinistra un sentiero (n. 5) che risale un costone e il fondo di un valloncello boscoso. Dopo un buon tratto di salita si riesce alla colletta dei Corni (877 m; 0.45 ore), all’estremità pianeggiante del crestone occidentale dei Corni di Canzo. Si prosegue a destra, sul versante settentrionale del gruppo e attraversati boschi e radure (panorama sul ramo di Lecco del Lario e sulla Valbrona) si riesce sul pianoro erboso di Pianezzo incontrando a sinistra, la carrareccia proveniente dall’Alpe di Oneda. A Pianezzo sorge il rifugio S.E.V. (1.225 m).

 

GRUPPO “B” - DA ONEDA DI VALBRONA AL RIFUGIO S.E.V.

Difficoltà: E

Tempo totale: 1.30 h

Dislivello: 506 m

Descrizione: Il percorso parte dall’Alpe Oneda, sopra il comune di Valbrona, dove una sbarra ci impedirà di proseguire: in questo punto parcheggeremo le nostre vetture nei posti che riusciremo a trovare. Il percorso sale sempre lungo la strada asfaltata che con pendenze abbastanza elevate e con una serie di tornanti ci fa guadagnare in poco tempo molti metri in altezza. A circa 3/4 del percorso l’asfalto termina ed inizia una stretta e ripida strada cementata (mulattiera) attraversando un bosco di faggi e castagni, le pendenze sono elevate tuttavia la strada cementata ci aiuta a salire meglio. Lungo il percorso troveremo alcune cascine dove non dovremo seguire i vari cartelli e proseguire senza interruzioni. Quando sulla nostra destra troveremo un cartello con le indicazioni per Gajum e terz’alpe, il percorso spiana notevolmente e al rifugio mancheranno solo un centinaio di metri.

 

 

 

Copyright © 2020 C.A.I. Arosio. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.